Sicilia: Pastorelli (PSI), intervenire su sanità al collasso

Sicilia: Pastorelli (PSI), intervenire su sanità al collasso

Roma, 9 marzo 2015 – “La situazione della sanità siciliana sembra essere giunta al collasso. Quasi settimanalmente le cronache locali e nazionali riportano episodi di morti per presunta negligenza. Le strutture della regione salgono spesso alla ribalta dell’opinione pubblica a causa di avvenimenti sconcertanti come la mancanza di coperte all’Umberto I di Siracusa, dove i pazienti sono rimasti ammassati nei corridoi in attesa di essere visitati. Senza contare l’emergenza relativa agli sbarchi di migranti, i quali vengono accolti nella totale assenza delle minime norme sanitarie. Tutto ciò continua ad accadere nonostante le rassicurazioni del ministro della Salute. Non è possibile assistere ancora a casi di malasanità. La salute è un diritto fondamentale e va dunque preservata. Per questo chiedo al ministro Lorenzin se sia a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative di competenza abbia intenzione di adottare”. Così il deputato del Psi, Oreste Pastorelli, nell’interrogazione a risposta scritta presentata il 6 marzo scorso al ministero della Salute.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Maltempo. Pastorelli (PSI), accelerare realizzazione programmi prevenzione

Maltempo. Pastorelli (PSI), accelerare realizzazione programmi prevenzione

Roma, 05 marzo 2015 – “Dopo aver approvato il decreto legge “Sblocca Italia” – e accolto la struttura di missione “Italia sicura” – è necessario accelerare i tempi perché si concretizzino i provvedimenti in essi contenuti: è essenziale alleggerire la burocrazia, liberare i fondi e aprire i cantieri per realizzare le opere di messa in sicurezza del territorio”. Così si è espresso il deputato Psi Oreste Pastorelli in merito alle piogge che stanno flagellando il centro e il nord Italia, provocando la morte di due persone in Toscana.

L’esponente socialista ha poi evidenziato che eventi – come bombe d’acqua e trombe d’aria – tendono a verificarsi con maggiore frequenza e per questo “non possiamo permetterci di farci trovare impreparati. La parola d’ordine deve essere prevenzione, e non tardiva gestione dell’emergenza, molto più costosa e carica di rischi” ha concluso Pastorelli.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Socialisti contro il femminicidio: Pastorelli (PSI), rompere muro silenzio

Socialisti contro il femminicidio: Pastorelli (PSI), rompere muro silenzio

Roma, 4 marzo 2015 – Combattere la violenza sulle donne attraverso prevenzione e certezza della pena per i colpevoli, approvare il piano previsto dalla legge sul femminicidio e attuare il ripristino del ministero delle Pari Opportunità, da affidare ad una donna. Questi gli obiettivi principali del banchetto PSI organizzato oggi a Montecitorio da Rita Cinti Luciani, membro della segreteria nazionale e responsabile Pari opportunità, Barbara La Rosa, responsabile Terzo settore, e Maria Cristina Pisani, portavoce del Partito Socialista.

All’evento hanno partecipato militanti, dirigenti e parlamentari socialisti. Tra loro anche Oreste Pastorelli, deputato PSI e membro della Commissione Ambiente. “Il compito della classe dirigente è quello di mettere  in piedi un sistema che lavori sulla prevenzione, sulla protezione e, solo dopo, sulla repressione e dunque sul cambiamento culturale e sociale. Per sostenere le donne vittime di violenza è necessario creare un’adeguata rete di supporto. È pertanto importante l’adesione alla campagna di sensibilizzazione ‘Non Ti Amo Da Morire’, soprattutto da parte delle realtà territoriali che possono rompere il muro di silenzio dietro il quale troppe vittime hanno preferito restare”, le parole di Pastorelli.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dl Ilva. Pastorelli (PSI), provvedimento che coniuga lavoro e salute

Dl Ilva. Pastorelli (PSI), provvedimento che coniuga lavoro e salute

Roma, 3 marzo 2015 –  “Un provvedimento complesso e articolato con il quale il governo ha bilanciato e coniugato lavoro e salute, dando la possibilità al nostro Paese di restare non solo competitivo, ma anche credibile in Europa”. Così il deputato Psi, Oreste Pastorelli durante la dichiarazione di voto sulla conversione del decreto legge 1/2015. Le misure contenute nel dl si concretizzano in uno strumento importante che permetterà non solo la prosecuzione delle attività industriali dell’acciaieria tarantina, “ma contribuirà anche al risollevamento di un intero territorio, il cui tessuto economico-sociale è fortemente in crisi” aggiunge l’esponente socialista, ricordando l’importanza del settore siderurgico, “strategico per il nostro Paese e nei confronti del quale non possiamo permetterci di sbagliare o perdere tempo”.

Pastorelli ha votato dunque in modo favorevole al disegno di legge di conversione che – sottolinea Pastorelli – “rappresenta una tappa fondamentale nel percorso che conduce, non solo alla ripresa della provincia di Taranto, ma anche a un cambio di prospettiva nel settore siderurgico, nel quale emergono in modo più forte le esigenze di tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dichiarazione di voto 3 marzo 2015: Pastorelli (PSI) su dl Ilva

Dichiarazione di voto 3 marzo 2015: Pastorelli (PSI) su dl Ilva

Roma 03 marzo 2015 – “Mi pare opportuno premettere che il decreto-legge n. 1 del 2015, per la delicatezza delle questioni processuali e sostanziali in esso trattate e per l’urgenza con la quale queste dovevano essere affrontate, rispetta in pieno le condizioni di cui all’art. 77 della Costituzione, e merita, dunque, di essere convertito”, così il deputato del Psi, Oreste Pastorelli, nel corso delle dichiarazioni di voto finali sul disegno di legge di conversione del dl 1/2015. Read More