Ecomafia: Pastorelli (PSI), contrasto essenziale per rilancio economia ambientale e agroalimentare

Ecomafia: Pastorelli (PSI), contrasto essenziale per rilancio economia ambientale e agroalimentare

Roma, 30 giugno 2015 – “Il rapporto sulle ecomafie diffuso da Legambiente fotografa una situazione ormai insostenibile per l’Italia. Ammonterebbe a 22 miliardi, infatti, il giro d’affari sui reati ambientali; 4,3 solo per quanto riguarda il settore agroalimentare. Soldi sottratti all’interesse del Paese, che sta già faticosamente cercando di mettersi alle spalle la crisi economica”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente di Montecitorio. “Nei mesi scorsi – continua – il Parlamento ha approvato la legge sugli ecoreati. Un grande passo per iniziare a fronteggiare in maniera concreta i delitti contro l’ambiente. È necessario, però, anche un deciso intervento sulle gare d’appalto, troppo spesso contaminate dalla corruzione. In questo senso auspico la rapida approvazione del nuovo Codice sugli Appalti, così da consentire assegnazioni trasparenti. Il rispetto dei beni ambientali è essenziale per il nostro Paese. E senza il contrasto alle ecomafie – conclude il parlamentare socialista – non ci sarà mai il rilancio economico e innovativo di cui l’Italia ha un enorme bisogno”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dichiarazione di voto 16 giugno 2015: Pastorelli (PSI) su dl agricoltura (VIDEO)

Dichiarazione di voto 16 giugno 2015: Pastorelli (PSI) su dl agricoltura (VIDEO)

Roma, 16 giugno 2015 – “Il Decreto legge che ci accingiamo a convertire punta a sostenere, attraverso strumenti specifici, il settore lattiero caseario e quello olivicolo. La delicata fase di transizione nella quale si trova il primo, così come il periodo di grave difficoltà attraversato dal secondo, necessitano di interventi urgenti e adeguati, che sostengano e tutelino prodotti grazie ai quali l’Italia vanta posizioni di assoluta leadership nei relativi mercati”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente, nel corso delle dichiarazioni di voto finali sul ddl di conversione del dl Agricoltura.

Read More

Agricoltura: Pastorelli (PSI), dl rilancia settori olivicolo e caseario

Agricoltura: Pastorelli (PSI), dl rilancia settori olivicolo e caseario

Roma, 15 giugno 2015 – “Il pacchetto di misure contenute nel dl agricoltura rende più competitivi due settori centrali nella nostra economia: quello lattiero caseario e quello olivicolo. Quest’ultimo compartimento, in particolare, sta subendo un progressivo impoverimento, qualitativo e quantitativo, delle produzioni, specie quelle di piccole dimensioni. Oltre alle calamità atmosferiche, infatti, pesano le fitopatie e le infestazioni che hanno colpito gli ulivi italiani. Non solo la Xylella fastidiosa, che sta mettendo in ginocchio gli agricoltori del Salento, ma anche la mosca olearia, insetto che ha causato ingenti danni alle aziende del centro Italia”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente di Montecitorio, nel corso della discussione generale alla Camera sul ddl di conversione del dl agricoltura. “Il decreto – continua – concretizza interventi fondamentali da me sempre auspicati: il sostegno alle piccole e medie imprese olivicole, l’accesso al Fondo di Solidarietà Nazionale per le aziende colpite da batteri e alluvioni. Segnalo, però, la necessità di estendere tali strumenti alle aziende colpite da mosca olearia. Una necessità rilevata anche dalla commissione Ambiente. La politica è chiamata a dare risposte concrete a problemi concreti. E questo provvedimento, con uno sforzo lodevole, cerca di assolvere a questo compito mettendo in campo soluzioni tangibili”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

 

Ferrovieri aggrediti: Pastorelli (PSI), atto indegno, serve più vigilanza

Ferrovieri aggrediti: Pastorelli (PSI), atto indegno, serve più vigilanza

Roma, 12 giugno 2015 – “L’aggressione a colpi di machete perpetrata ai danni dei ferrovieri milanesi la scorsa notte è un fatto gravissimo, non degno di un paese civile. I colpevoli vengano immediatamente consegnati alla giustizia”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi. “Non è possibile – continua  – che l’incolumità di  due lavoratori, nel pieno svolgimento della loro professione, venga messa in pericolo in questo modo. Sui treni e nelle stazioni servono sistemi di vigilanza più efficaci, che possano tutelare al meglio viaggiatori e dipendenti delle Fs. Ai capotreni feriti, uno dei quali in modo grave, va tutta la mia vicinanza”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Ambiente: Pastorelli (PSI), bene Senato su veicoli elettrici, ora calendarizzare pdl

Ambiente: Pastorelli (PSI), bene Senato su veicoli elettrici, ora calendarizzare pdl

Roma, 11 giugno 2015 – “Con soddisfazione accolgo la decisione del Senato di sostituire le auto blu con i veicoli elettrici. Un’iniziativa che denota la grande sensibilità di Palazzo Madama verso l’ambiente e la salute dei cittadini. Il periodo di crisi economica che stiamo attraversando impone inoltre di facilitare la diffusione dei mezzi ad emissioni zero, specie nel settore del trasporto leggero pubblico. Per tutti questi motivi il 9 aprile scorso ho presentato una proposta di legge che prevede la realizzazione di adeguate infrastrutture per il rifornimento delle auto elettriche e l’incentivazione all’acquisto di tali veicoli tramite importanti sgravi fiscali. Il provvedimento, che è sino ad oggi è stato sottoscritto da 29 deputati di diversi gruppi, potrebbe davvero cambiare l’intero comparto della mobilità pubblica. Auspico, quindi, che anche la Camera adotti la stessa iniziativa del Senato e che la pdl venga calendarizzata in Parlamento al più presto. Solo così l’Italia potrà raggiungere i paesi più avanzati in tema di green economy e porre fine alle migliaia di morti causate dall’inquinamento”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente di Montecitorio.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dichiarazione di voto 9 giugno 2015: Pastorelli (PSI) su legge Ue (VIDEO)

Dichiarazione di voto 9 giugno 2015: Pastorelli (PSI) su legge Ue (VIDEO)

Roma, 9 giugno 2015 – “Con questo disegno di legge europea, il terzo dall’inizio di questa legislatura, andiamo a chiudere 14 procedure di infrazione e 9 casi di precontenzioso e diamo tempestiva e diretta attuazione a due decisioni e ad una direttiva dell’Unione europea, prevenendo l’insorgere di eventuali nuovi contenziosi. Certo, si tratta di un passo avanti rispetto agli anni precedenti e ai Governi precedenti ma siamo ben lontani da un comportamento virtuoso ci restano da chiudere, infatti, ben oltre 91 procedure di cui 75 per violazione del diritto dell’Unione europea e 16 per mancato recepimento di direttive. Un triste primato negativo che ci colloca al primo posto nella famiglia europea per infrazioni ed omissioni di norme. È qualcosa di inaccettabile sia sul fronte economico sia su quello dell’affidabilità”. Così Oreste Pastorelli nel corso delle dichiarazioni  di voto inerenti le disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea.

Read More

Legge Ue: Pastorelli (PSI), Italia ha imboccato strada giusta

Legge Ue: Pastorelli (PSI), Italia ha imboccato strada giusta

Roma, 9 giugno 2015 – “Oggi diamo tempestiva e diretta attuazione ad importanti direttive dell’Unione Europea, che ci consentono di chiudere 14 procedure d’infrazione e nove casi di precontenzioso. Un passo avanti rispetto ai governi precedenti che, però, non è sufficiente. Siamo infatti ben lontani da un comportamento virtuoso”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto inerenti le disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea. “Dati alla mano – continua il parlamentare socialista – l’Italia resta al primo posto in Europa per infrazioni ed omissioni di norme. Restano da risolvere le emergenze ambientali dei rifiuti in Campania, i contenziosi tra pubblica amministrazione e imprese, i problemi riguardanti le condizioni di accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Per estinguere le multe che derivano da tali infrazioni, il nostro Paese impiega preziose risorse che potrebbero essere utilizzate per uscire dalla crisi economica. Nelle scorse legislature non siamo stati sufficientemente attivi a Bruxelles, subendo decisioni che spesso ci hanno danneggiato. Adesso, grazie alla spinta del governo e al lavoro della commissione, stiamo recuperando. Con l’auspicio – conclude – di aver finalmente imboccato la strada giusta, che ci porterà in breve ad adempiere ai nostri obblighi”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Ambiente: Pastorelli (PSI), Giornata Mondiale orgoglio per Italia

Ambiente: Pastorelli (PSI), Giornata Mondiale orgoglio per Italia

Roma, 5 giugno 2015 – “Ambiente, cibo e agricoltura costituiscono i temi fondamentali di Expo 2015. Avere la possibilità di celebrare la Giornata Mondiale dell’Ambiente in tale scenario è per l’Italia un motivo d’orgoglio e un’occasione di visibilità internazionale da non sottovalutare. Il nostro paese, così come il resto del mondo, ha bisogno di creare occasioni di sviluppo, che vadano di pari passo con la ecosostenibilità. Le risorse ambientali rappresentano sempre più una possibilità di crescita da tutelare e ottimizzare. Oltre alla green economy, infatti, un ruolo fondamentale lo deve svolgere l’economia circolare, dalla quale si possono creare 600 mila posti di lavoro. L’obiettivo di tutti i paesi deve essere quello di consegnare un futuro sereno alle prossime generazioni. La strada è certamente lunga, ma non può che partire dalla cura del pianeta”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dl agricoltura: Pastorelli (PSI), favorire aziende attaccate da mosca olearia

Dl agricoltura: Pastorelli (PSI), favorire aziende attaccate da mosca olearia

Roma, 4 giugno 2015 – La commissione Ambiente della Camera ha espresso parere favorevole in merito al testo del relatore Oreste Pastorelli, riguardante disposizioni in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi e di sostegno alle imprese colpite da eventi eccezionali. Il provvedimento, attualmente in esame in commissione Agricoltura, prevede il controllo della volatilità dei prezzi del latte dopo la cessazione delle quote, un piano di interventi per il recupero del settore olivicolo-oleario e l’accesso al Fondo di solidarietà nazionale anche alle aziende che non hanno sottoscritto polizze assicurative a copertura dei rischi. “Mi auguro – afferma il deputato del Psi – che la commissione Agricoltura valuti attentamente l’opportunità di intervenire in favore dei piccoli e medi produttori olivicoli rispetto alle infezioni e fitopatie verificatesi negli ultimi anni. Dunque, vanno aiutate non solo le imprese colpite da Xylella, ma anche a quelle cagionate da “mosca olearia”, insetto che ha messo in ginocchio intere produzioni”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dichiarazione di voto 4 giugno 2015: Pastorelli (PSI) su mozione Xylella (VIDEO)

Dichiarazione di voto 4 giugno 2015: Pastorelli (PSI) su mozione Xylella (VIDEO)

Roma, 4 giugno 2015 – “La mozione che oggi, insieme ad altri Colleghi deputati, sottopongo al vostro voto vuole rappresentare un preciso atto di indirizzo nei confronti del Governo rispetto al problema della Xylella fastidiosa. Questa fitopatia, la quale determina un rapidissimo disseccamento delle piante di ulivo, sta mettendo in ginocchio da circa due anni la produzione olivicola pugliese e in particolare quella della Provincia di Lecce”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente di Montecitorio, nel corso delle dichiarazioni di voto sulla mozione presentata dallo stesso parlamentare socialista riguardante interventi urgenti in relazione all’emergenza fitosanitaria Xylella.

“Le risposte delle Istituzioni, statali e sovranazionali, non si sono fatte attendere – afferma – ma ad oggi il problema non è stato ancora risolto; le recenti decisioni del TAR Lazio circa l’operatività del cosiddetto Piano ‘Silletti’ hanno, peraltro, reso ulteriormente incerta la sorte non solo dei territori interessati da questa malattia, ma delle stesse attività agricole che su di essi si svolgono. E’ nota a tutti, infatti, la drastica decisione del Ministro francese dell’agricoltura di bloccare le importazioni dei vegetali a rischio Xylella dalla Puglia; chi ci assicura che non intervengano altre decisioni di questo tenore da parte di altri Paese dell’Unione?”.

“Di fronte ad un quadro di questo tipo – continua il parlamentare Psi – le Istituzioni statali, e in primis il Governo, sono dunque chiamati a dare un segnale forte e immediato; tutelare tale settore agro-economico, preservarlo in modo efficace dalle minacce patogene provenienti da altri Paesi del Mondo, significa infatti tutelare un habitat, un ecosistema, e allo stesso tempo significa conservare la qualità di un prodotto italiano di eccellenza, mantenerne alti i livelli di esportazione, tutelare un delicato sistema produttivo. La mozione che oggi sottopongo alla Vostra attenzione cerca di orientare l’attività del Governo verso una serie di azioni, su più livelli e tra loro coordinate, che si possono riassumere in due direttrici”.

“Primo: agire immediatamente per eradicare definitivamente la Xyella. Il ruolo da protagonista l’avrebbe dovuto svolgere il CRA, unico ente pubblico di ricerca sull’agricoltura, in questa fase completamente assente. Secondo: sostenere i piccoli imprenditori olivicoli danneggiati da questa fitopatia, predisponendo non solo l’esenzione dell’IMU agricola, che è atto doveroso, ma anche mettendo a loro disposizione risorse finanziarie ad hoc per contenere i gravi danni subiti. Invito, dunque, i miei colleghi a ben valutare quali siano oggi i valori in gioco e a votare a favore di questa mozione, essendo adesso più che mai necessario un’azione di Governo efficace e risolutiva”, conclude Pastorelli.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]