Energia: Pastorelli (PSI), bollette anomale grave problema, intervenire subito

Energia: Pastorelli (PSI), bollette anomale grave problema, intervenire subito

Roma, 6 ottobre 2015 – “Quello delle bollette ‘anomale’ per i servizi di fornitura di luce e gas è un problema grave sul quale bisogna intervenire una volta per tutte. Tali imposte, infatti, incidono fortemente sul costo della vita, con gravissimo danno per il ceto medio e quello meno abbiente”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso della dichiarazioni di voto sulle mozioni concernenti iniziative per la tutela dei diritti dei consumatori nei confronti degli operatori del mercato dell’energia elettrica e del gas. “C’è urgente bisogno – sottolinea – di un intervento che ridisegni a livello nazionale l’intero sistema di tutele del consumatore e al tempo stesso ponga in capo ai distributori precisi oneri di trasparenza nella gestione e nella fatturazione delle forniture. Dunque la mozione in esame, che impegna il Governo a farsi promotore di iniziative che perseguano questi obiettivi, rappresenta un primo passo verso una maggiore tutela degli utenti”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Multato per vendemmia con amici: Pastorelli (PSI), vicenda assurda, presentata interrogazione

Multato per vendemmia con amici: Pastorelli (PSI), vicenda assurda, presentata interrogazione

Roma, 1 ottobre 2015 – “La vicenda riportata da alcuni quotidiani, secondo i quali è stata inflitta una multa di 20 mila euro ad un pensionato locale per aver utilizzato manodopera in nero durante la vendemmia, ha a dir poco dell’assurdo. Nonostante i lavoratori in questione fossero la compagna dell’agricoltore e tre suoi amici, secondo l’ispettorato del lavoro il pensionato stava impiegando dipendenti non dichiarati. A smentire l’ispettorato il sindaco di Cuneo e gli stessi amici dell’agricoltore, che hanno negato ogni forma di caporalato. La vendemmia rappresenta un momento di riunione e di festa che, come in questo caso, riunisce pochi amici. E ciò accade in tutte le zone agricole d’Italia. Per questo ho presentato un’interrogazione ai ministeri del Lavoro e delle Politiche Agricole per chiedere che si faccia piena chiarezza sulla vicenda e la sanzione comminata al cittadino cuneese venga completamente revocata”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]