Alcatel-Lucent: Pastorelli (PSI), rischio cassa integrazione Mise convochi incontro

Alcatel-Lucent: Pastorelli (PSI), rischio cassa integrazione Mise convochi incontro

Roma, 4 luglio 2013 – Nonostante gli accordi dello scorso anno, Alcatel-Lucent ha dichiarato nuovi esuberi ‘strutturali’, per la maggior parte individuati a Rieti, dove rappresentano il 25% della forza lavoro lì impiegata. Il deputato socialista, Oreste Pastorelli, ha quindi chiesto al Mise di intervenire per limitare le conseguenze negative derivanti da un eventuale progetto di smantellamento, o forte ridimensionamento, delle attività dell’Alcatel-Lucent sul territorio di Rieti e di proporre ad Alcatel-Lucent – si legge nell’interrogazione di Pastorelli al Ministero dello Sviluppo Economico – un nuovo incontro per quando le scelte strategiche globali di quest’ultima”.

Spiega infatti Oreste Pastorelli che “nel giugno 2012, dopo un incontro tra il Ministro dello sviluppo economico pro tempore ed il CEO di Alcatel-Lucent, fu sottoscritto un accordo che prevedeva la realizzazione di un piano strategico per nuove attività della suddetta società in Italia, a fronte di determinati impegni del Ministero sull’Agenda digitale e la concessione di 245 casse integrazioni guadagni straordinari” ma che “successiva mente, il 19 aprile 2013 in un altro incontro, Alcatel-Lucent Italia ha dichiarato la non applicabilità del suddetto accordo, a fronte di un cambio di scenari globali”.

Lo scorso “19 giugno il CEO Alcatel-Lucent ha illustrato ai dipendenti il proprio piano mondiale a medio termine” ma “nel successivo incontro del 21 giugno, Alcatel-Lucent ha annunciato la volontà di procedere anche unilateralmente alla cassa integrazione guadagni; nella stessa riunione – conclude Pastorelli nell’interrogazione –  è stato annunciato che l’incontro con il CEO avverrà nella seconda metà di luglio 2013″.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>