Terremoto: Pastorelli (PSI), Charlie Hebdo carta straccia

Terremoto: Pastorelli (PSI), Charlie Hebdo carta straccia

Roma, 2 settembre 2016 – “Con le vignette pubblicate oggi Charlie Hebdo ha oltrepassato la decenza. Deridere morti, le loro famiglie e un’intera comunità non è satira, ma un concentrato di squallore e vigliaccheria. Associare poi parole come mafia a tragedie come quelle del 24 agosto, lasciandosi andare ai più biechi luoghi comuni, rappresenta davvero la morte dell’informazione, di qualsiasi tipo essa sia. Bene ha fatto l’ambasciata francese a prendere le distanze da questa assurdità pubblicata dal settimanale che, a questo punto, è da ritenersi carta straccia”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi.

Ue: Pastorelli (PSI), crisi migratoria non faccia vacillare Unione

Ue: Pastorelli (PSI), crisi migratoria non faccia vacillare Unione

Roma, 16 marzo 2016 – “Sapere che 13 mila persone si trovano in condizioni estreme al confine della Macedonia è qualcosa di inaccettabile per l’Europa e per l’idea di spazio comune nella quale hanno creduto i suoi padri fondatori. Non dobbiamo permettere che la crisi migratoria faccia vacillare l’Unione e la costringa a perdere la sua anima”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulle risoluzioni relative alle comunicazioni del premier Matteo Renzi sul prossimo Consiglio Europeo.

Read More

Intesa Italia-Afghanistan: Pastorelli (PSI), accordo fondamentale per il contrasto allo spaccio di droga

Intesa Italia-Afghanistan: Pastorelli (PSI), accordo fondamentale per il contrasto allo spaccio di droga

Roma, 25 giugno 2014 – “L’intesa risponde all’esigenza di eliminare lo spaccio illegale, colpire i trafficanti di droghe nelle zone di produzione grazie alla formazione e all’addestramento sul campo del personale impiegato nell’attività antidroga, alle nuove tecniche investigative e all’informazione aggiornata sulle norme e sulle procedure operative. Ma anche di debellare all’origine lo spaccio e l’uso di stupefacenti nel nostro Paese”. Read More