Ilva: Pastorelli (PSI), cessione per legare ambiente e produzione azienda

Ilva: Pastorelli (PSI), cessione per legare ambiente e produzione azienda

Roma, 13 gennaio 2016 – “Occorre accelerare senza indugi la cessione dei complessi aziendali dell’Ilva, garantendone al tempo stesso la continuità delle produzioni, la tutela ambientale e la salvaguardia della salute dei cittadini. La strada intrapresa nei confronti delle acciaierie tarantine, cioè quella di legare ambiente e futuro produttivo dell’azienda, è quella giusta e prosegue sul percorso tracciato dalla Conferenza di Parigi”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera, nel corso delle dichiarazioni di voto sul ddl che dispone la cessione a terzi del gruppo Ilva.

Read More

Ilva: Pastorelli (PSI), bene piano Galletti, crescita proceda con tutela ambiente e salute

Ilva: Pastorelli (PSI), bene piano Galletti, crescita proceda con tutela ambiente e salute

oma, 24 luglio 2015 – “La tutela dell’ambiente rappresenta il motore della ripresa economica dell’Italia. Solo attraverso lo sviluppo sostenibile il nostro Paese può mettersi alle spalle la crisi in cui è precipitato. Un’ottima notizia, quindi, il piano ambientale da 1,6 miliardi per l’Ilva annunciato dal ministro Galletti”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera.  “Da anni – continua il parlamentare socialista – il territorio tarantino, vessato da inquinamento e malattie, aspettava un progetto così ambizioso. L’obiettivo è quello di dimostrare che l’ambiente può procedere di pari passo con la crescita e l’occupazione. Dobbiamo spezzare, perciò, l’antico legame tra sviluppo e danno ambientale. Far prosperare il Paese e al tempo stesso tutelare ambiente e salute dei cittadini è possibile”, conclude Pastorelli.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Ilva: Pastorelli (PSI), verificare rifiuti sbarcati ad Augusta

Ilva: Pastorelli (PSI), verificare rifiuti sbarcati ad Augusta

Roma, 28 aprile 2015 -  “Migliaia di tonnellate di rifiuti tossici provenienti dall’Ilva, arrivati la settimana scorsa al porto di Augusta,  saranno presto smaltiti in una discarica a metà strada tra le località di Augusta e Melilli. I cittadini di questi territori, già fortemente compromessi dal punto di vista ambientale, hanno già espresso le loro preoccupazioni, così come le associazioni ambientaliste. Dopo un controllo a bordo della nave proveniente dall’acciaieria tarantina, le autorità portuali hanno consentito le operazioni di sbarco del materiale poiché ritenuto in regola. Tuttavia, secondo Legambiente Sicilia lo stoccaggio doveva essere preventivamente autorizzato dall’Arpa. Così come i rifiuti, trattandosi per la maggior parte di polveri di minerali e ossidi di ferro, dovevano essere trattati e trasportati con sistemi diversi, tutelando la salute degli addetti ai lavori con apposite protezioni. Per tali motivi chiedo al ministero dell’Ambiente quali iniziative urgenti abbia intenzione di assumere al fine di verificare la natura dei rifiuti che dovranno essere smaltiti e quali iniziative intenda adottare affinché siano rispettate tutte le norme ambientali e sanitarie”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente, nell’interrogazione a risposta scritta presentata al dicastero presieduto da Gian Luca Galletti.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dl Ilva. Pastorelli (PSI), provvedimento che coniuga lavoro e salute

Dl Ilva. Pastorelli (PSI), provvedimento che coniuga lavoro e salute

Roma, 3 marzo 2015 –  “Un provvedimento complesso e articolato con il quale il governo ha bilanciato e coniugato lavoro e salute, dando la possibilità al nostro Paese di restare non solo competitivo, ma anche credibile in Europa”. Così il deputato Psi, Oreste Pastorelli durante la dichiarazione di voto sulla conversione del decreto legge 1/2015. Le misure contenute nel dl si concretizzano in uno strumento importante che permetterà non solo la prosecuzione delle attività industriali dell’acciaieria tarantina, “ma contribuirà anche al risollevamento di un intero territorio, il cui tessuto economico-sociale è fortemente in crisi” aggiunge l’esponente socialista, ricordando l’importanza del settore siderurgico, “strategico per il nostro Paese e nei confronti del quale non possiamo permetterci di sbagliare o perdere tempo”.

Pastorelli ha votato dunque in modo favorevole al disegno di legge di conversione che – sottolinea Pastorelli – “rappresenta una tappa fondamentale nel percorso che conduce, non solo alla ripresa della provincia di Taranto, ma anche a un cambio di prospettiva nel settore siderurgico, nel quale emergono in modo più forte le esigenze di tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Ilva: Pastorelli (PSI), priorità a salute, ambiente, sicurezza e lavoro

Ilva: Pastorelli (PSI), priorità a salute, ambiente, sicurezza e lavoro

Roma, 25 febbraio 2015 –  “Il pacchetto di misure sull’Ilva, così come integrato dagli emendamenti approvati in Senato, rappresenta uno strumento importante che permetterà non solo la prosecuzione delle attività industriali dell’acciaieria tarantina, ma che contribuirà anche al risollevamento di un intero territorio, il cui tessuto economico-sociale è fortemente sofferente”. Così il deputato Psi Oreste Pastorelli nel suo intervento in aula alla Camera, durante la discussione del disegno di legge di conversione del dl 1/2015. “La direzione intrapresa – continua l’esponente socialista – è quella giusta. Solo attraverso politiche tempestive – e tra loro coordinate – è possibile coniugare in modo efficace ambiente, lavoro e salute, e quindi restare competitivi in Europa e nel resto del mondo”. Pastorelli sottolinea che “il governo con questo decreto, da un lato, ha messo in campo una serie di strumenti giuridici per il riavvio e la prosecuzione, in condizioni di maggiore sicurezza e salubrità rispetto al passato, delle attività industriali dell’Ilva, mentre dall’altro ha individuato, con riferimento al territorio interessato dalla presenza di questo stabilimento, le risorse e gli obiettivi da perseguire nel campo della ricerca scientifica onco-ematologica. Invito, dunque, ad adottare questa prospettiva nell’esame di un provvedimento del governo, il quale costituisce una risposta ben articolata al problema Ilva, alla quale dovranno seguire, necessariamente, ulteriori interventi”, conclude il parlamentare del Psi.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]