Contraffazione: Pastorelli (PSI), a Prato situazione critica

Contraffazione: Pastorelli (PSI), a Prato situazione critica

Roma, 10 marzo 2016 – “Quello di Prato è un polo di eccellenza nel campo del tessile: il suo territorio ospita aziende di assoluto pregio, che sempre più spesso devono far fronte a fenomeni illeciti. Tale illegalità ha due facce: da una parte le attività che importano tessuti di bassa qualità dai paesi asiatici e vendono prodotti finiti contraffatti, dall’altra tali aziende negano ai propri lavoranti un salario dignitoso e condizioni adeguate di lavoro. Affiora, quindi, un quadro estremamente critico”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulla relazione concernente il caso del distretto produttivo tessile di Prato redatta dalla commissione di Inchiesta sulla Contraffazione della Camera, della quale il parlamentare socialista è membro.

Read More

Commercio equo solidale: Pastorelli (PSI), legge attesa da anni

Commercio equo solidale: Pastorelli (PSI), legge attesa da anni

Roma, 3 marzo 2016 – “Una legge che regolasse il fenomeno del commercio equo e solidale era attesa da molti anni. Sin dalle scorse legislature, infatti, questo tipo di commercio doveva essere sostenuto da parte di tutte le istituzioni nazionali, poiché rappresenta un formidabile strumento di rilancio e di tutela di molte piccole produzioni di eccellenza presenti sul nostro territorio”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto della pdl concernente iniziative per la promozione e la disciplina del commercio equo e solidale.

Read More

Contraffazione: Pastorelli (PSI), Italia sia protagonista nel contrasto

Contraffazione: Pastorelli (PSI), Italia sia protagonista nel contrasto

Roma, 3 marzo 2016 – “La posizione dell’Italia sui mercati globali è costantemente insidiata da prodotti che richiamano le nostre eccellenze, che le copiano, pregiudicando così sia i nostri livelli di esportazione, che il diritto dei cittadini ad acquistare prodotti di qualità. Sulla contraffazione sono necessarie misure efficaci, tanto  più se si pensa che dietro ai prodotti falsificati vi sono in tutto il mondo organizzazioni criminali”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulla relazione concernente possibili proposte normative in tema di falsificazione redatta dalla commissione di Inchiesta sulla Contraffazione della Camera, della quale il parlamentare socialista è membro.

Read More

Editoria: Pastorelli (PSI), pdl essenziale per libera informazione

Editoria: Pastorelli (PSI), pdl essenziale per libera informazione

Roma, 2 marzo 2016 – “Con la fine del finanziamento pubblico, si è spenta la voce di molti quotidiani politici, ma anche delle piccole testate indipendenti. C’è chi afferma che concedere soldi pubblici a un giornale sia uno spreco di risorse. Sono gli stessi che ignorano, o forse sanno fin troppo bene, che senza informazioni imparziali, libere e pluraliste non può esserci democrazia”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulla pdl editoria.

Read More

Marcon, vigilessa aggredita: Pastorelli (PSI), rivedere istituto asilo, presentata interrogazione

Marcon, vigilessa aggredita: Pastorelli (PSI), rivedere istituto asilo, presentata interrogazione

Roma, 12 febbraio 2016 – “L’aggressione perpetrata ai danni della vigilessa di Marcon, alla quale va tutta la mia solidarietà, è un fatto gravissimo, non degno di un paese civile. Non è possibile che l’incolumità di un agente della polizia locale, nel pieno svolgimento del suo lavoro, venga messa in pericolo in questo modo. L’assalitore, cittadino nigeriano già noto alle forze dell’ordine per reati precedenti, era stato rimesso in libertà a causa dell’inapplicabilità della custodia cautelare. Ancora una volta, quindi, emerge la mancanza di misure atte ad allontanare in modo definitivo e con celerità dal nostro Paese simili soggetti che continuano a delinquere”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nell’interrogazione presentata ai ministeri dell’Interno e della Giustizia.

Read More

Enti locali: Pastorelli (PSI), bene dl, ora chiarimento su personale province

Enti locali: Pastorelli (PSI), bene dl, ora chiarimento su personale province

Roma, 4 agosto 2015 – “Il provvedimento sugli enti locali mette in campo un pacchetto di misure in materia di bilancio di cui da tempo il Psi aveva sottolineato l’urgenza. La delicata fase economica che attraversiamo richiede maggiori spazi di manovra per i comuni al fine di far fronte a spese necessarie e non rinviabili, sia in materia ambientale sia riguardo a infrastrutture di primaria importanza come gli edifici scolastici. Fondamentale in questo senso la ridefinizione degli obiettivi del patto di stabilità interno per gli anni 2015-2018, così come le nuove modalità di utilizzo delle risorse del Fondo di solidarietà comunale. Tuttavia, mi preme sottolineare l’importanza di una disposizione che non ha trovato spazio in questa sede: c’è la necessità di chiarire al più presto le posizioni lavorative e previdenziali del personale dipendente di società o di enti partecipati dalle Province. Anche questi lavoratori hanno, infatti, diritto a risposte chiare e concrete. Il provvedimento in esame costituisce, comunque, un aiuto concreto ai comuni, specie quelli colpiti da calamità naturali. Occorre ora proseguire con convinzione su questo percorso”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione ambiente della Camera, nel corso delle dichiarazioni di voto finali sul ddl di conversione del dl Enti locali.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Enti locali: Locatelli e Pastorelli (PSI), dare risposte concrete a lavoratori partecipate

Enti locali: Locatelli e Pastorelli (PSI), dare risposte concrete a lavoratori partecipate

Roma, 4 agosto 2015 – “Con soddisfazione accogliamo la decisione del Governo di recepire il nostro ordine del giorno, il quale valuta la possibilità che l’Esecutivo risolva quanto prima la questione del personale delle società partecipate dalle Province e dalle Città metropolitane in uno dei provvedimenti attualmente all’esame del Parlamento. Il dl enti locali che oggi votiamo, infatti, non prevede i necessari chiarimenti per le posizioni lavorative e previdenziali dei dipendenti delle partecipate locali. Per questo abbiamo chiesto al Governo di dare, tramite un odg, risposte chiare e concrete ai lavoratori che hanno perso il proprio posto di lavoro”. Lo affermano in una nota Pia Locatelli e Oreste Pastorelli, deputati del Psi.

 

Il testo dell’ordine del giorno

La Camera, premesso che:
l’articolo 4 del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, interviene nell’ambito della ricollocazione del personale delle province. In particolare il comma 2 dispone il trasferimento presso l’amministrazione in cui presta servizio del personale delle province che, alla data di entrata in vigore del provvedimento in esame, si trova in posizione di comando, distacco o altri istituti comunque denominati presso altra pubblica amministrazione;

si ritiene importante inserire nel decreto-legge norme per il personale impiegato nelle società partecipate dalle province e dalle città metropolitane;

al personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato delle società o degli enti partecipati dalle province e città metropolitane, che risultino in fase di scioglimento o in liquidazione al momento del trasferimento delle funzioni, in ottemperanza alle norme dalla legge Delrio (legge 7 aprile 2014, n. 56), o per i quali sussistano i presupposti per lo scioglimento e la messa in liquidazione, dovrebbero applicarsi le disposizioni previdenziali in materia di regime di accesso al trattamento pensionistico, vigenti prima dell’entrata in vigore dell’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, a condizione che risultino in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi al 31 dicembre 2016;

per coloro che, invece, non rientrano nelle previsioni precedentemente esposte, si dovrebbe procedere ad una ricollocazione in mobilità presso società controllate direttamente o indirettamente da pubbliche amministrazioni;

la XI Commissione lavoro ha iniziato in data 30 luglio 2015 l’esame di alcune proposte di legge (C. 2514 e abb.) che prevedono il settimo intervento di salvaguardia a favore dei lavoratori esodati,

impegna il Governo

a risolvere quanto prima la questione del personale delle società partecipate dalle province e dalle città metropolitane in uno dei provvedimenti attualmente all’esame del Parlamento.

9/3262/19. Locatelli, Pastorelli.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Poste: Pastorelli (PSI), salvaguardare servizi piccoli comuni

Poste: Pastorelli (PSI), salvaguardare servizi piccoli comuni

Roma, 26 febbraio 2015 – “Bisogna scongiurare la chiusura e la riduzione degli orari di apertura degli uffici postali nei piccoli comuni, previste dal nuovo piano industriale di Poste italiane”. Questo il contenuto dell’interrogazione a risposta scritta, indirizzata ai ministri delle Infrastrutture, dell’Economia e dello Sviluppo economico, presentata dai deputati socialisti Oreste Pastorelli e Pia Locatelli e da Alessandro Furnari, Tommaso Currò e Ivan Catalano del gruppo Misto. Il piano, si legge nell’interrogazione, prevede sia la chiusura di 455 uffici postali periferici, sia la riduzione dell’orario di apertura per altri 610 uffici, che in molti casi resteranno aperti soltanto tre giorni a settimana invece di sei.

“Una razionalizzazione di questo tipo, non solo penalizzerà la fornitura di un servizio universale, ma arrecherà gravi disagi ai cittadini che vivono in aree rurali, montane e in piccole isole” commenta Pastorelli. “I servizi nelle realtà minori vanno salvaguardati per non incidere negativamente su esigenze e abitudini di migliaia di correntisti e risparmiatori che si servono da sempre degli uffici postali di zona, senza trascurare le mille difficoltà a cui andrebbero incontro anziani e disabili”, conclude l’esponente socialista.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Lavoro: Pastorelli (PSI), rivedere il bando per la mobilità provinciale‏

Lavoro: Pastorelli (PSI), rivedere il bando per la mobilità provinciale‏

Roma, 23 gennaio 2015 –  “Le modalità e i termini di presentazione delle domande presentano alcuni passaggi poco chiari. Per questo motivo ho presentato un’interrogazione parlamentare a risposta scritta indirizzata al ministero della Giustizia”. Così il deputato Psi, Oreste Pastorelli in merito alla procedura di mobilità volontaria esterna – pubblicata lo scorso 20 gennaio – presso il suddetto dicastero per la copertura di posti vacanti.

“Da quanto si legge sul bando, il ministero sembra aver dimenticato gli esuberi provinciali, – ha aggiunto l’esponente socialista – e il bando stesso viene configurato in modo da eludere i vincoli previsti dalla Legge di Stabilità 2015”. “Ritengo dunque necessario interpellare il ministro della Giustizia affinché riveda la decisione adottata per non penalizzare i dipendenti delle Province in mobilità” ha concluso Pastorelli.

Lavoro: Pastorelli (PSI), preservare il centro commerciale di Soratte

Lavoro: Pastorelli (PSI), preservare il centro commerciale di Soratte

Roma, 24 novembre 2014 – Il deputato Psi, Oreste Pastorelli ha presentato un’interrogazione parlamentare, a risposta scritta, indirizzata al ministero dello Sviluppo economico per verificare lo stato in cui versa la Società Outlet Soratte S.r.l., in seguito al decreto dell’8 luglio scorso con cui lo stesso dicastero ammetteva la Società cooperativa Edil – Strade Imolese Società Cooperativa (C.E.S.I.) che gestisce il centro commerciale nella Bassa Sabina alla procedura di liquidazione coatta amministrativa. Read More