Vaccini: Pastorelli (PSI), bene aiuto farmacie per somministrazione

Vaccini: Pastorelli (PSI), bene aiuto farmacie per somministrazione

Roma, 28 luglio 2017 – “La comunità scientifica internazionale ha comunicato compatta la propria opinione: l’Italia è tra i paesi meno virtuosi in tema di vaccinazioni e per questo motivo le coperture stanno oggi vivendo un calo preoccupante. Appare quindi condivisibile, oltre che necessaria e urgente, la scelta del Governo di tornare all’obbligo vaccinale”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, durante le dichiarazioni di voto alla Camera sul dl Vaccini.

Read More

Sanità: Pastorelli (PSI), con legge medici garantiti  pazienti tutelati

Sanità: Pastorelli (PSI), con legge medici garantiti  pazienti tutelati

Roma, 28 febbraio 2017 – “Con la legge sulle professioni sanitarie si aumentano le garanzie e le tutele per medici e operatori, e allo stesso tempo si assicura ai pazienti la possibilità di essere risarciti in tempi rapidi e certi a fronte di danni eventualmente subiti nel corso del loro ricovero o, comunque, del loro rapporto con il sistema sanitario”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sul provvedimento che rivede le responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie.  Read More
Sanità: Pastorelli (PSI), MinSalute verifichi nomine commissioni IRCCS

Sanità: Pastorelli (PSI), MinSalute verifichi nomine commissioni IRCCS

“Per scelta direttori scientifici utilizzati criteri non congrui al bando”

Roma, 29 luglio 2016 – “Riguardo alla nomina delle commissioni incaricate alla valutazione dei criteri per i posti da direttori scientifici per alcuni IRCCS molto rilevanti in campo nazionale, sembra siano stati utilizzati criteri non congrui al bando. E’ il caso dell’Istituto Rizzoli di Bologna (leader in Italia per la ricerca clinica sulle patologie muscolo-scheletriche) e della Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. Per altri ancora, come il Regina Elena di Roma (il più grande IRCCS pubblico italiano), l’Istituto di Tecnologie Avanzate e Modelli Assistenziali di Reggio Emilia, l’Istituto oncologico Veneto di Padova e il Centro Bonino Pulejo di Messina, non è stata ancora indicata la composizione delle commissioni valutative”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi.

Read More

Volkswagen: Pastorelli (PSI), verificare test Italia, futuro è mobilità sostenibile

Volkswagen: Pastorelli (PSI), verificare test Italia, futuro è mobilità sostenibile

Roma, 21 settembre 2015 – “E’ sconcertante quanto pubblicato dal New York Times, secondo cui Volkswagen ha truccato i test antismog alle proprie vetture diesel dal 2009 al 2015. Rispettare le norme giuridiche, così come quelle sanitarie ed ambientali, dovrebbe essere un requisito ovvio di un colosso del’automobilismo internazionale. Bene ha fatto, dunque, il ministero dell’Ambiente tedesco a chiedere urgenti chiarimenti al board di Volkswagen. Anche in Italia, dove circa 5 mila persone muoiono ogni anno a causa degli scarichi delle automobili, andrebbero verificati nuovamente i test sulle emissioni dell’azienda tedesca”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera. “Nel nostro Paese – continua il parlamentare socialista – l’inquinamento nelle grandi metropoli ha da tempo superato il livello di guardia. Il futuro, quindi, non può che passare dalla mobilità sostenibile. Per questo qualche mese fa ho presentato una proposta di legge che contempla importanti sgravi fiscali per l’acquisto di veicoli elettrici e incentiva alla realizzazione di adeguate infrastrutture di rifornimento. L’auspicio adesso è che il provvedimento possa essere calendarizzato in Parlamento al più presto. Solo con il trasporto a emissioni zero, infatti, l’Italia potrà mettere fine alle migliaia di morti causate dall’inquinamento”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Sanità: Pastorelli (PSI), struttura di Magliano Sabina sottoutilizzata

Sanità: Pastorelli (PSI), struttura di Magliano Sabina sottoutilizzata

Roma, 2 settembre 2015 – “Nei giorni scorsi ho avuto la possibilità di visitare l’ex ospedale e la Casa della Salute di Magliano, strutture ospedaliere del territorio sabino, constatando il lavoro positivo sin qui svolto dalla direzione generale della Asl, in particolare sulla Casa della Salute. Ora considero fondamentale sfruttare appieno tutte le potenzialità della struttura, in particolare le nuove sale chirurgiche, che possono diventare  un  punto di erogazione aziendale di servizi sanitari particolarmente richiesti come quelli della chirurgia ambulatoriale o APA di tutte le specialità. In rapporto a ciò ho avuto un incontro con il direttore generale Laura Figorilli, nel quale si è stabilito, ciascuno per le proprie competenze, di intervenire sulla Regione Lazio per far sì che le potenzialità del nosocomio vengano sfruttate al massimo”. Lo afferma in una nota Oreste Pastorelli, deputato del Psi.

Read More

Nomadi: Pastorelli (Psi), degrado intollerabile a Roma, presentata interrogazione

Nomadi: Pastorelli (Psi), degrado intollerabile a Roma, presentata interrogazione

Roma, 3 agosto 2015 – “La situazione di degrado ambientale causato dai rom nella Capitale è diventata ormai intollerabile. Nel quadrante Est di Roma, in particolare, ed in zona La Barbuta, area non distante dall’aeroporto di Ciampino, ogni giorno si verificano roghi, intensi fumi maleodoranti e forti esalazioni di sostanze tossiche. L’ultimo grave episodio è accaduto il 15 giugno scorso, quando un vasto incendio ha interessato il campo rom ‘La Barbuta’, andando a creare ingenti problemi alla circolazione aerea di Ciampino e a quella stradale del Gra. Inoltre, l’aggressione perpetrata ai danni di un’auto della protezione civile che perlustrava la zona denota le condizioni di assoluta pericolosità che vive l’intero territorio. Forze dell’ordine, Corpo Forestale e vigili del fuoco, d’altronde, hanno già adoperato tutti i mezzi in loro possesso per contrastare i reati ambientali. Chiedo quindi al Governo quali iniziative intenda assumere di fronte a questa insostenibile situazione di abbandono e se l’Esecutivo ritenga opportuno approfondire le conseguenze in termini di inquinamento, di impatto ambientale e di danni alla salute che può determinare il protrarsi di questa situazione di degrado”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera, nell’interrogazione presentata al presidente del Consiglio e ai ministri dell’Interno, della Salute e dell’Ambiente.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Sicilia: Pastorelli (PSI), intervenire su sanità al collasso

Sicilia: Pastorelli (PSI), intervenire su sanità al collasso

Roma, 9 marzo 2015 – “La situazione della sanità siciliana sembra essere giunta al collasso. Quasi settimanalmente le cronache locali e nazionali riportano episodi di morti per presunta negligenza. Le strutture della regione salgono spesso alla ribalta dell’opinione pubblica a causa di avvenimenti sconcertanti come la mancanza di coperte all’Umberto I di Siracusa, dove i pazienti sono rimasti ammassati nei corridoi in attesa di essere visitati. Senza contare l’emergenza relativa agli sbarchi di migranti, i quali vengono accolti nella totale assenza delle minime norme sanitarie. Tutto ciò continua ad accadere nonostante le rassicurazioni del ministro della Salute. Non è possibile assistere ancora a casi di malasanità. La salute è un diritto fondamentale e va dunque preservata. Per questo chiedo al ministro Lorenzin se sia a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative di competenza abbia intenzione di adottare”. Così il deputato del Psi, Oreste Pastorelli, nell’interrogazione a risposta scritta presentata il 6 marzo scorso al ministero della Salute.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Dl Ilva. Pastorelli (PSI), provvedimento che coniuga lavoro e salute

Dl Ilva. Pastorelli (PSI), provvedimento che coniuga lavoro e salute

Roma, 3 marzo 2015 –  “Un provvedimento complesso e articolato con il quale il governo ha bilanciato e coniugato lavoro e salute, dando la possibilità al nostro Paese di restare non solo competitivo, ma anche credibile in Europa”. Così il deputato Psi, Oreste Pastorelli durante la dichiarazione di voto sulla conversione del decreto legge 1/2015. Le misure contenute nel dl si concretizzano in uno strumento importante che permetterà non solo la prosecuzione delle attività industriali dell’acciaieria tarantina, “ma contribuirà anche al risollevamento di un intero territorio, il cui tessuto economico-sociale è fortemente in crisi” aggiunge l’esponente socialista, ricordando l’importanza del settore siderurgico, “strategico per il nostro Paese e nei confronti del quale non possiamo permetterci di sbagliare o perdere tempo”.

Pastorelli ha votato dunque in modo favorevole al disegno di legge di conversione che – sottolinea Pastorelli – “rappresenta una tappa fondamentale nel percorso che conduce, non solo alla ripresa della provincia di Taranto, ma anche a un cambio di prospettiva nel settore siderurgico, nel quale emergono in modo più forte le esigenze di tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Ilva: Pastorelli (PSI), priorità a salute, ambiente, sicurezza e lavoro

Ilva: Pastorelli (PSI), priorità a salute, ambiente, sicurezza e lavoro

Roma, 25 febbraio 2015 –  “Il pacchetto di misure sull’Ilva, così come integrato dagli emendamenti approvati in Senato, rappresenta uno strumento importante che permetterà non solo la prosecuzione delle attività industriali dell’acciaieria tarantina, ma che contribuirà anche al risollevamento di un intero territorio, il cui tessuto economico-sociale è fortemente sofferente”. Così il deputato Psi Oreste Pastorelli nel suo intervento in aula alla Camera, durante la discussione del disegno di legge di conversione del dl 1/2015. “La direzione intrapresa – continua l’esponente socialista – è quella giusta. Solo attraverso politiche tempestive – e tra loro coordinate – è possibile coniugare in modo efficace ambiente, lavoro e salute, e quindi restare competitivi in Europa e nel resto del mondo”. Pastorelli sottolinea che “il governo con questo decreto, da un lato, ha messo in campo una serie di strumenti giuridici per il riavvio e la prosecuzione, in condizioni di maggiore sicurezza e salubrità rispetto al passato, delle attività industriali dell’Ilva, mentre dall’altro ha individuato, con riferimento al territorio interessato dalla presenza di questo stabilimento, le risorse e gli obiettivi da perseguire nel campo della ricerca scientifica onco-ematologica. Invito, dunque, ad adottare questa prospettiva nell’esame di un provvedimento del governo, il quale costituisce una risposta ben articolata al problema Ilva, alla quale dovranno seguire, necessariamente, ulteriori interventi”, conclude il parlamentare del Psi.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Ex OPG a Palombara Sabina: Pastorelli (PSI), coinvolgere nelle scelte gli enti locali

Ex OPG a Palombara Sabina: Pastorelli (PSI), coinvolgere nelle scelte gli enti locali

Roma, 25 febbraio 2015 – L’onorevole Oreste Pastorelli, venuto a conoscenza della possibilità che l’ospedale pubblico SS. Salvatore di Palombara Sabina possa, seppur in via provvisoria, essere trasformato in struttura ad uso ex OPG (Ospedale psichiatrico giudiziario) ha presentato una interrogazione parlamentare rivolta ai ministri della Salute, dell’Economia e della Giustizia con la quale ha richiesto chiarimenti circa l’opportunità di tale decisione.  

“Le autorità comunali e locali di Palombara Sabina non sono state minimamente interpellate in merito a tale iniziativa” sottolinea Pastorelli che rileva anche come tale strutturaospedaliera sia sita in pieno centro cittadino e in prossimità della scuola materna comunale. “La scelta del sito andrebbe a violare le norme del DPCM 1/4/2008 in materia di ubicazione di strutture altamente problematiche come gli ex OPG e il programma di utilizzo delle risorse concordato tra la regione Lazio e i ministeri della Salute e dell’Economia” si legge nell’interrogazione.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]