Ecopatente: Pastorelli (PSI), passo in avanti che ci rende un paese più civile

Ecopatente: Pastorelli (PSI), passo in avanti che ci rende un paese più civile

Roma, 11 aprile 2014 – “L’ecopatente offre una garanzia: chi la possiede guida nella giusta direzione, quella del rispetto dell’ambiente, della mobilità sostenibile e della sicurezza sulle strade”. Oreste Pastorelli, deputato del PSI, ha commentato così il successo dell’iniziativa “Ecopatente”, ideata e gestita a partire dal 2009 da Cse Italia Srl e promossa da Legambiente onlus, con il patrocinio del ministero dei Trasporti e dell’Ambiente.

“L’idea di offrire dei corsi, a istruttori come a patentandi, che insegnino uno stile di guida più rispettoso dell’ambiente, capace di abbattere il consumo di carburante rappresenta un passo avanti che ci rende un paese più civile e cosciente”. In Italia sono più di 5mila gli ecopatentati e l’iniziativa, giunta alla quinta edizione, ha visto ad oggi l’adesione di 1200 autoscuole.

“E’ importante che si coinvolgano ora le scuole secondarie di secondo grado garantendo a chi segue i corsi l’ottenimento di crediti formativi. Garantire una formazione specifica alle giovani generazioni – conclude Pastorelli – significa lavorare per cambiare lo stile di vita al volante e costruire un’Italia più verde e più sicura”.

Trasporti: Pastorelli (PSI), si faccia luce sui lavori della superstrada Terni-Rieti

Trasporti: Pastorelli (PSI), si faccia luce sui lavori della superstrada Terni-Rieti

Roma, 31 ottobre 2013 – Il deputato socialista, Oreste Pastorelli, ha presentato un’interrogazione parlamentare rivolta ai ministri dell’Economia e delle Infrastrutture per far luce sui lavori di completamento della superstrada Terni-Rieti.

In particolare, Pastorelli ha messo in evidenza i profondi disagi ai cittadini e agli utenti che rischiano di causare le modifiche, annunciate dall’ANAS, ai progetti esistenti. In particolare il parlamentare socialista ha chiesto spiegazioni in merito al cambiamento riguardante l’assetto dell’ultimo tratto mancante dell’arteria, quello tra Pie’ di Moggio e l’ingresso della galleria di Colli sul Velino.

Pastorelli ha espresso preoccupazione in merito agli impatti sulla mobilità poiché la modifica – si legge nell’interrogazione – «cancellerebbe non solo il sistema di svincoli previsti per il Comune di Rivodutri, ma anche le altre uscite, originariamente previste, per collegare a detta arteria gli altri comuni limitrofi del reatino». Read More