Climate summit 2014: Pastorelli (PSI), la green economy è conveniente per l’Italia

Climate summit 2014: Pastorelli (PSI), la green economy è conveniente per l’Italia

Roma, 23 settembre 2014 – “L’accordo sul climate change dovrà essere vincolante”.

Questo il commento del deputato Psi, Oreste Pastorelli che sposa la linea espressa dal governo italiano durante la conferenza sul clima, in corso al Palazzo di Vetro di New York, volta a preparare il terreno a un accordo sulla riduzione di emissioni che dovrà essere finalizzato a Parigi alla fine del 2015.

“Deve essere una priorità accettare la sfida posta dalla salvaguardia dell’ambiente attraverso politiche volte a sostenere la green economy” ha aggiunto l’esponente socialista che ieri ha sottoscritto – insieme ad altri 69 deputati – l’appello del Wwf al governo per una politica che dia priorità, anche a livello europeo, all’ambiente e alla conversione verso un’economia a basso tenore di carbonio.

“La difesa dell’ambiente, della biodiversità e del territorio fa bene all’uomo, ma conviene anche perché si traduce in crescita economica come dimostrano gli ultimi dati, con l’agricoltura, unico settore con segno positivo – più 0.6% – nel 2013” ha concluso Pastorelli.