Dichiarazione di voto 16 marzo 2016: Pastorelli (PSI) su risoluzioni Consiglio UE (VIDEO)

Dichiarazione di voto 16 marzo 2016: Pastorelli (PSI) su risoluzioni Consiglio UE (VIDEO)

Roma, 16 marzo 2016 – “Siamo molto preoccupati per la gestione europea dei flussi migratori. Sapere che ci sono circa 13 mila persone in condizioni estreme al confine della Macedonia è qualcosa di inaccettabile per l’Europa, per l’idea stessa di spazio comune nella quale hanno creduto i suoi padri fondatori e che abbiamo portato avanti per tutti questi anni”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso delle dichiarazioni di voto sulle risoluzioni relative alle comunicazioni del premier Matteo Renzi sul prossimo Consiglio Europeo.

“La chiusura di Schengen da parte di alcuni Stati rappresenta un fallimento per tutti, con pesanti ripercussioni per l’economia dell’Unione. Le migrazioni di massa di questi anni sono un fenomeno destinato a rimanere e a cui dobbiamo fare fronte attrezzandoci. Negare il fenomeno, chiudendo gli occhi o rafforzando le frontiere comuni o con i fili spinati, è da irresponsabili, oltre che inutile. Non dobbiamo permettere che la crisi migratoria faccia vacillare l’Unione e le faccia perdere la sua anima. Rivedere gli accordi di Dublino non è solo una priorità ma un dovere, così come è un dovere intervenire sulle politiche economiche per favorire consumi, crescita e sviluppo”.

“Non spetta solo all’Italia fare i compiti a casa, né sul fronte della gestione dei flussi migratori, sul quale abbiamo fatto tanto e di più di altri Paesi, né su quello dell’economia. Dobbiamo invertire la rotta sostituendo le politiche di austerità con la crescita. È quindi giusta la nostra posizione: in prima fila per chiedere all’Europa flessibilità e investimenti. Per questi motivi, la componente socialista voterà a favore della risoluzione di maggioranza che ha sottoscritto e su tutte le altre risoluzioni su cui il Governo ha dato parere favorevole”.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>