Erosione coste: Pastorelli (PSI), in Veneto danni ambientali ed economici

Erosione coste: Pastorelli (PSI), in Veneto danni ambientali ed economici

La risposta del sottosegretario Velo: “Innegabile il problema, istituito un tavolo nazionale”

Roma, 7 “maggio 2015 –  “Da anni il fenomeno dell’erosione sta interessando la costa della provincia di Venezia e Rovigo, andando a creare ingenti danni all’ambiente e ad un settore turistico che può vantare oltre 25 milioni di visitatori ogni anno. Non di minore entità sono i problemi causati all’economia locale. Secondo gli amministratori delle aree di San Michele, Jesolo, Porto Tolle e Porto Viro, infatti, i danni relativi alle ultime due stagioni ammontano a 35 milioni di euro. Quindi, vista la situazione, risulta necessario creare le condizioni affinché si possa realizzare un’efficace strategia per la salvaguardia delle spiagge del Veneto. Per questo chiedo al governo quali iniziative intenda promuovere per affrontare il problema dell’erosione costiera veneta al fine di promuovere interventi strutturali per la tutela ambientale di uno dei litorali più importanti d’Italia”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nell’interrogazione a risposta immediata presentata in commissione Ambiente.

“È innegabile  –  la risposta del sottosegretario all’Ambiente, Silvia Velo – la particolare rilevanza delle problematiche segnalate che interessano  il Veneto. È stato istituito presso il ministero il tavolo nazionale sull’erosione costiera a cui partecipano le direzioni generali del dicastero dell’Ambiente, i rappresentanti delle 15 regioni costiere, l’Ispra, il Cnr e ricercatori accademici. L’obiettivo, da raggiungere entro 12 mesi dalla data di insediamento, sarà quello di analizzare il problema specifico ed offrire altrettante specifiche linee di indirizzo tenendo conto delle concause e delle possibili azioni di adattamento o prevenzione anche in relazione ai possibili effetti dei cambiamenti climatici”, conclude il sottosegretario Velo. “Il problema – replica Pastorelli – è di grande rilievo non solo a livello ambientale e turistico, ma anche di rischio idrogeologico. E come ho spesso ricordato nei miei interventi riguardanti la materia, è fondamentale indirizzare finanziamenti ai fini della prevenzione da questo drammatici fenomeni”, conclude il parlamentare socialista.

[share title=”Condividi su:” socials=”facebook, twitter, google, bookmark” class=”” ]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>