Rieti: Pastorelli (PSI), rischio incendi con crisi idrica, inaccettabile degrado base VVF

Rieti: Pastorelli (PSI), rischio incendi con crisi idrica, inaccettabile degrado base VVF

Roma, 7 luglio 2017 – “Mai come quest’anno la campagna Anti Incendi Boschivi si prevede difficile e problematica a causa della grave emergenza idrica con la quale è alle prese gran parte della provincia di Rieti. Per questo ho chiesto, attraverso un’interrogazione, ai ministri dell’Interno, delle Politiche Agricole e della Pubblica Amministrazione di intraprendere con urgenza iniziative e adottare provvedimenti per rendere pienamente operativi, con mezzi e personale, i due hangar della base elicotteri di Rieti ex Corpo forestale dello Stato che al momento versano in condizioni critiche”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera.

“Secondo il sindacato autonomo dei Vigili del Fuoco Conapo – continua il parlamentare sabino – la situazione a Rieti è problematica anche a causa dell’assenza totale di elicotteri e mezzi dei Vigili del Fuoco nonostante due dei quattro hangar dovevano essere già da tempo assegnati ed allestiti, con mezzi e personale, per il normale funzionamento dei compiti istituzionali che devono garantire i Vigili del Fuoco durante il periodo estivo. Ad oggi si è sprovvisti di tutto. Già dai primi mesi del 2017, l’Italia è stata costantemente interessata da numerosi incendi diffusi provocati sia dal deficit idrico, sia dalle alte temperature registrate. Ciò ha già determinato un’intensificazione degli interventi rispetto al recente passato e pertanto la raccomandata necessità di fronteggiare il problema in maniera sinergica fra tutte le strutture operative sul territorio è opportuna e necessaria per evitare eventi catastrofici. Il Lazio, purtroppo, è una delle regioni con il maggior numero di incendi registrati negli ultimi anni ed è, anche per questo, inaccettabile l’inoperatività della base elicotteri di Rieti. L’auspicio, quindi, è che il Governo intervenga immediatamente per scongiurare pericoli per la salute dei cittadini e la tutela ambientale”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>