Sentenza Eternit: Pastorelli (PSI), no alla prescrizione dei reati per morte amianto

Sentenza Eternit: Pastorelli (PSI), no alla prescrizione dei reati per morte amianto

Roma, 20 novembre 2014 – “Sento una profonda tristezza per la sentenza della Cassazione sul caso Eternit. E mi domando come sia possibile che al termine di un processo di tale portata e gravità sopraggiunga la prescrizione sulla lenta sofferenza delle vittime, sul dolore dei parenti e sul valore della battaglia all’amianto”. Così il deputato Psi, Oreste Pastorelli sulla sentenza della Cassazione sul processo Eternit che ha assolto – per avvenuta prescrizione – l’unico imputato, polverizzando la possibilità di risarcimento per migliaia di famiglie delle vittime.

La scorsa settimana è stato accolto con parere favorevole del governo un ordine del giorno presentato da Pastorelli sull’introduzione di benefici per i lavoratori esposti all’amianto. “La parziale inoperatività del Piano nazionale amianto, così come il mancato utilizzo di parte del Fondo per le vittime dell’amianto – rileva l’esponente socialista – sono la conferma del fatto che molto deve essere ancora fatto dallo Stato italiano”. Pastorelli ha poi ricordato “il valore della lotta delle vittime dei familiari e delle persone oneste per un mondo migliore senza amianto, e senza quella sete di profitto cui sacrificare vite umane”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>