Trasporti: Pastorelli (PSI), si faccia luce sui lavori della superstrada Terni-Rieti

Trasporti: Pastorelli (PSI), si faccia luce sui lavori della superstrada Terni-Rieti

Roma, 31 ottobre 2013 – Il deputato socialista, Oreste Pastorelli, ha presentato un’interrogazione parlamentare rivolta ai ministri dell’Economia e delle Infrastrutture per far luce sui lavori di completamento della superstrada Terni-Rieti.

In particolare, Pastorelli ha messo in evidenza i profondi disagi ai cittadini e agli utenti che rischiano di causare le modifiche, annunciate dall’ANAS, ai progetti esistenti. In particolare il parlamentare socialista ha chiesto spiegazioni in merito al cambiamento riguardante l’assetto dell’ultimo tratto mancante dell’arteria, quello tra Pie’ di Moggio e l’ingresso della galleria di Colli sul Velino.

Pastorelli ha espresso preoccupazione in merito agli impatti sulla mobilità poiché la modifica – si legge nell’interrogazione – «cancellerebbe non solo il sistema di svincoli previsti per il Comune di Rivodutri, ma anche le altre uscite, originariamente previste, per collegare a detta arteria gli altri comuni limitrofi del reatino».

Inoltre, sottolinea l’esponente del Psi, «questo nuovo assetto progettuale escluderà dai benefici della nuova arteria autostradale buona parte del territorio reatino sul quale si è investito molto sul piano economico e turistico in particolare».

«Le modifiche presentate dall’ANAS, che prevedono la realizzazione di svincoli all’altezza dell’Eco di Piediluco, non sembrerebbero essere soddisfacenti né sotto il profilo funzionale, né sotto quello ambientale», ricorda Pastorelli che evidenzia come «le popolazioni interessate si siano apertamente opposte a tale soluzione, bloccando le procedure di appalto dei lavori».

Pastorelli ha esortato i ministri a sollecitare l’ANAS affinché si pronunci in merito «ai criteri utilizzati nella progettazione di detto tratto della superstrada Rieti-Terni» e a valutare le «soluzioni progettuali alternative, meno impattanti sul territorio e già redatte dalla Provincia di Rieti, sulle quali potrebbero convergere le determinazioni dell’ANAS e delle altre istituzioni coinvolte, permettendo così di completare un’opera infrastrutturale di grande importanza per questo territorio».